Turismo green: ecco come spostarsi nel rispetto della natura

Turismo green: ecco come spostarsi nel rispetto della natura

 

Ormai l’anno sta volgendo al termine, ma c’è ancora qualche mese per scoprire tutte le iniziative promosse in occasione di questo 2017 incoronato dall’Onu (Organizzazione Nazioni Unite) anno internazionale del turismo sostenibile per lo sviluppo, volto a favorire l’ambiente e le economie in difficoltà.

Un turismo che, come abbiamo detto più volte, è sempre più eticamente rispettoso dell’ambiente e attento alle esigenze della natura, ma anche rispettoso del concetto di mobilità green e dello sviluppo economico e sociale dei luoghi più poveri della Terra.

Un turismo di questo tipo non è solo un’esigenza etica, ma anche un’opportunità per scoprire i luoghi in un modo del tutto nuovo, osservandoli e scoprendoli con calma, visto che la maggior parte dei mezzi “verdi” sono piuttosto lenti (basti pensare alla camminata a piedi, alle bici, ai trenini verdi dall’andatura piuttosto slow).

La mission in ogni caso è sempre quella: regolare e ridurre le attività a impatto negativo per le risorse idriche e quelle che usano energie non rinnovabili, creando rifiuti e rumore, favorendo invece un turismo davvero più compatibile e idoneo alle specificità di ogni luogo.

Quali sono però i modi migliori per spostarsi e viaggiare in totale rispetto dell’ecosistema? Sicuramente scegliere metodi di viaggio quanto più possibile che utilizzino risorse ed energie rinnovabili e poi, una volta giunti sul luogo, spostarsi a piedi o in bici, approfittando di sentieri e piste ciclabili. Anche dormire in tenda è un’ottima soluzione e se è il comfort a preoccuparvi, non c’è da temere: adesso esistono tende di nuova generazione, super confortevoli,  ecologiche e comode come una casa, complete di materassi e morbidi cuscini, bagno privato, cucina e persino una piccola veranda.

glamping-tent