Sostenibilità: al via il contest per le città europee più green

Sostenibilità: al via il contest per le città europee più green

 

L’interesse nei confronti del vivere e viaggiare sostenibile e del rispetto nei confronti dell’ambiente, continua anche in questo 2017 già incoronato anno della sostenibilità ambientale.

In quest’ottica assumono un’importanza ancora maggiore i due appuntamenti che riguardano rispettivamente la scelta della Capitale Verde Europea 2020 e i primi Green Leaf 2019.

Nei giorni scorsi la Commissione Europea  ha lanciato la competizione per la Capitale Verde Europea 2020 e, in onore dei 10 anni del contest e per aumentare il numero di città partecipanti ed innescare così un circolo virtuoso, la Commissione ha deciso di premiare con un incentivo finanziario di 350mila euro la città vincitrice del titolo per il 2020 (per le città con più di 100mila abitanti) e di 75mila euro il vincitore del titolo European Green Leaf 2019 (città di dimensioni inferiori, sopra i 20mila abitanti). I Green Leaf sono anzi stati varati proprio per premiare anche le città più piccole dando loro la possibilità di rendersi più eco-sostenibili al pari delle “grandi”.

Naturalmente i motivi che devono spingere le città a partecipare sono tanti e non solo economici, ma anche di prestigio e crescita secondo una precisa prospettiva futura: le città che si aggiudicheranno i premi, godranno di un incremento dei livelli di turismo e di maggiori opportunità di fare rete anche a livello internazionale dal punto di vista economico, pubblico ed ambientale.

Per partecipare ai due contest, la cui deadline è fissata per il 18 ottobre 2017, basta essere città appartenenti agli Stati membri dell’Ue e rientrare nella rosa dei Paesi candidati: il premio Capitale Verde andrà alla città che dimostrerà di essere più all’avanguardia nel rispetto dell’ecosistema del proprio Paese.

Tra le città già vincitrici delle passate edizioni spiccano nomi come Stoccolma, Amburgo, Nantes, Copenaghen, Bristol e altre.

inn-at-tivoli