Carburanti alternativi: nasce il primo trattore a biometano

Carburanti alternativi: nasce il primo trattore a biometano

 

Cresce la domanda di carburanti alternativi, e a basso impatto ambientale, anche al di fuori dei settori consueti come quello del normale trasporto cittadino e quello riguardante l’alimentazione dei mezzi pesanti.

In particolare cresce la domanda di carburanti in grado di ridurre in maniera consistente le emissioni inquinanti anche e soprattutto nell’ambito dell’agricoltura dove, accanto ad una crescente diffusione delle nuove tecnologie in ottica di miglioramento dell’efficienza della filiera, si cerca anche di rispettare maggiormente l’ambiente a partire proprio dai mezzi utilizzati per le coltivazioni.

Ecco allora che arriva la notizia di un primo trattore alimentato a biometano che ridurrebbe in maniera considerevole la quantità di smog e di sprechi all’interno delle fattorie.

A presentarlo ci ha pensato la New Holland e la vera novità sarebbe proprio nella capacità del trattore di venire alimentato tramite gas prodotto negli impianti a biomasse, permettendo così agli allevatori una produzione quasi del tutto autonoma a partire proprio dalla lavorazione degli scarti.

Il motore a metano del nuovo trattore firmato New Holland peraltro, avrebbe lo stesso rendimento di un motore diesel, raggiungendo una potenza massima di 180 cavalli, ma con il vantaggio di poter essere alimentato in maniera naturale attraverso il riciclo degli scarti e dei rifiuti delle lavorazioni agricole.

Il nuovo modello è stato presentato recentemente al Farm Progress Show, la fiera agricola internazionale che si è tenuta quest’anno in Illinois, ha un’autonomia di un’intera giornata di lavoro e riduce a zero le emissioni di CO2 e dell’80% l’inquinamento complessivo del veicolo. Inoltre è anche più silenzioso di circa il 50% rispetto ad un normale trattore.

Un ottimo risultato in vista di sviluppi futuri in ambito agricolo.

1504088992_481912