Agricoltura di precisione: nella versione 2.0 arrivano i droni

Agricoltura di precisione: nella versione 2.0 arrivano i droni

 

Agricoltura 2.0, una frontiera che ormai ha smesso di essere lontana ed irragiungibile e che invece ormai, fa parte della nostra realtà quotidiana. Si moltiplicano infatti, gli interventi da parte delle nuove tecnologie all’interno di uno dei settori strategici del nostro Paese e aumentano sempre di più le iniziative locali e regionali volte ad integrare strumenti digitali e tecnologici a supporto dell’antica tradizione dell’agricoltura.

Questa volta a compiere un ulteriore passo in avanti utilizzando droni per le coltivazioni agricole, è la Campania.

il consiglio regionale campano ha infatti varato una norma che riclassifica la castanicoltura da frutto distinguendola dal bosco, permettendo dunque di assimilare i castagneti alle superfici agricole utilizzate per lo sviluppo rurale.

Per effettuare un censimento preciso della zona e dar vita ad una mappatura dei territori coltivati a castagneti da frutto, si è pensato di utilizzare droni e software dedicati, per un’agricoltura di precisione.

Ancora una volta dunque l’agricoltura usa la tecnologia, in questo caso dei droni molto avanzati, per cercare di innovare e rendere più efficienti i Piani per lo Sviluppo Rurale.

Ma come vengono utilizzati nello specifico questi droni? Vengono utilizzati per attività definita aerofotogrammetrica e per la creazione di mappe attraverso camere multispettrali ed iperspettrali: dunque strumentazioni decisamente all’avanguardia che promettono però di rendere l’agricoltura più al passo con le necessità economiche del nostro Paese.

Nel 2015 si era parlato di una possibile sostituzione dell’utilizzo dei droni in agricoltura con l’utilizzo di sensori che avrebbe permesso un risparmio di circa il 25%: i sensori sono stati progettati, sviluppati e brevettati per produrre infatti mappe di vigore con livello di significatività e di dettaglio addirittura superiore a quanto precedentemente possibile attraverso i droni.

Tuttavia sembra proprio che l’agricoltura si sia affezionata ai droni e voglia continuare a sondarne gli sviluppi e gli impieghi futuri.

droniagricoltura-840x480